Roccioletti

Appartenenze.

“La lezione della performance è di estrema importanza: l’identità non è una camicia di forza. Disponiamo infatti di un kit di sopravvivenza composto da un repertorio di identità multiple.” (Guillermo Gómez-Peña, “In difesa della performance”, 2001)

 

Appartenenze.
Corpi, polaroid.
Performance, 2022
Tagli e riassemblaggi di Beat.

Belonging.
Bodies, polaroids.
Performance, 2022
Cuts and reassemblies by Beat.

Testi da “Il corpo poetico”
di Jacques Lecoq, 1997.

 

 

Roccioletti

 

“Tutto ciò che fa l’essere umano nella vita quotidiana può essere ridotto a due azioni fondamentali, tirare e spingere. Non facciamo nient’altro!”

 

Roccioletti

 

“Queste azioni si declinano in essere tirato ed essere spinto, tirarsi e spingersi, e hanno luogo in direzioni diverse: verticale, orizzontale, obliquo.”

 

Roccioletti

 

“Questi tre movimenti si relazionano a tre mondi drammatici diversi. Tutti i territori del teatro possono essere situati nello spazio in modo molto preciso, e i movimenti fisici, dai più semplici ai più complessi, si iscrivono in queste dimensioni drammatiche: Amo – Tiro! – Odio – Spingo!”

 

Roccioletti

 

——-

 

Rizoma 007 008 009.
Lettura integrale, una pagina alla volta, di “Millepiani” di Gilles Deleuze e Félix Guattari. Vocoidi, contoidi, testo su carta. Performance per voce sola, 2022.

Gli altri episodi qui.

 

Rizoma 007.

Rizoma 008.

Rizoma 009.

 

——-

 

Da Walkscapes
Camminare come pratica estetica
Francesco Careri.

 

Roccioletti

 

——-

 

Tutto si muove.
Tutto evolve, progredisce.
Tutto rimbalza e si riverbera.
Da un punto a un altro,
non c’è linea retta.
Da un porto a un porto, un viaggio.
Tutto si muove, anch’io!
La felicità e l’infelicità,
ma anche l’urto.
Un punto indeciso, sfocato, confuso,
si delinea un punto di convergenza,
tentazione di un punto fisso,
nella calma di tutte le passioni.
Punto d’appoggio e punto d’arrivo,
in ciò che non ha né principio né fine.
Dargli un nome, dargli vita, dargli autorità
per meglio capire ciò che si muove,
per meglio capire il Movimento.

Jacques Lecoq
Belle-Ile-en-Mer, agosto 1997

 

——-

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.